0
Request information
Details

Franchising accessori moda

Aprire un negozio di accessori moda in franchising

Ultimamente i negozi in franchising che si occupano di accessori moda, bigiotteria, borse, bijoux etc…sono aumentati in modo esponenziale. Come sappiamo nel franchising moda l’offerta dell’oggettistica è talmente varia che c’è posto per tutti. Il settore è cresciuto anche grazie all’apprezzamento da parte della clientela riguardo alla bigiotteria cosiddetta “economica” perché non è scontato che quella a basso costo sia molto meno interessante di quella ad alto costo.

A dare una spinta ed una mano all’espansione della bigiotteria “a buon mercato” è stato anche l’idea dei franchising di appoggiarsi al conto vendita in modo tale da agevolare l’affiliato nell’intraprendere la carriera dell’imprenditorialità.

Aprire un negozio di bigiotteria ed accessori moda è molto semplice, molto di più che in altre attività in quanto non serve un locale di grandi dimensioni abbattendo così i costi di gestione. I marchi sono molti per citarne alcuni possiamo valutare Cosette, Stellazeta, che con un basso investimento garantiscono un’attività imprenditoriale redditizia e con idee innovative.

Una volta che si è valutato quale marchio scegliere bisognerà costruire un piano di lavoro valido che possa valutare i costi e i ricavi dell’attività che si andrà ad aprire. L’investimento iniziale sarà differente a seconda del marchio e quando si sarà valutato il capitale per avviare l’impresa allora si potrà dare il via alla costruzione dell’attività comprendendo le spese del locale, l’affitto, eventuali ristrutturazioni, i rifornimenti della merce, gli arredamenti etc…

 

L’affitto sarà variabile a seconda della sua grandezza, alla zona di apertura, se si devono fare delle ristrutturazioni e alla registrazione al catasto.

L’arredamento sarà variabile a seconda del marchio che si sceglierà e alla dimensione del locale e la prima fornitura della merce dovrà essere molto ampia in quanto andrà a rifornire tutto l’intero negozio.

La tassa d’ingresso potrà esserci come non potrà comparire a seconda del marchio che sceglierete; alcune aziende consolidate la prevedono mentre in altre non è contemplata.

 

Le spese di apertura invece prevedono:

  • partita IVA
  • Pratiche dovute al contratto
  • certificazioni varie
  • corsi di formazione

 

Per le spese della pubblicità sarà a carico del marchio che si occuperà di fare marketing su tutto il territorio nazionale, radio, televisione, manifesti, volantini etc…

Search For

Popular Tags

Search For

Popular Tags