0
Request information
Details

Franchising abbigliamento

Come ben sappiamo la moda italiana è leader in tutto il mondo, moltissimi marchi sono conosciutissimi e apprezzati per la qualità e la professionalità usata per creare abiti che possano andare bene per tutte le occasioni, dall’abbigliamento donna a quello uomo, dall’abbigliamento bimbo a quello sportivo, all’abbigliamento casual e a quello lusso, compreso poi tutto ciò che ruota intorno ad esso come gli accessori moda tutto appartenente al mondo dell’abbigliamento non solo del settore lusso. Nonostante la crisi economica degli ultimi anni l’abbigliamento non ne ha mai risentito per cui rimane un ottimo investimento.

Se si vuole investire quindi nel settore abbigliamento bisogna sapere che esistono due tipologie di contratto in franchising; il contratto tradizionale e il contratto in conto vendita.

Analizziamo le due tipologie:

Nel contratto tradizionale le due parti, l’affiliante e l’affiliato, gestiranno da ambo le parti sia gli obblighi che i diritti. Il Franchisor fornisce tutto quello che serve per avviare l’attività e se il marchio è già conosciuto la risposta della clientela arriverà fin da subito. L’affiliato dal canto suo farà affidamento alle sue grandi doti di venditore così in modo da poter vendere più capi d’abbigliamento e da  trarne di conseguenza grossi vantaggi.

Un’altra cosa importante da sapere è che si può vendere in franchising monomarca e multimarca. Monamarca è tutto ciò che porta una firma riconoscibile, dall’abbigliamento classico, all’intimo, all’accessorio etc… Multimarca invece è l’opportunità di fornire alla clientela una vasta gamma di capi con marchi differenti. Dopo aver scelto se vendere quindi in mono o multimarca andremo vedere cosa si deve fare per aprire un negozio di abbigliamento.

Importante è scegliere un marchio che sia competitivo, attivo sul territorio e che abbia una vasta esperienza nel settore. Il rapporto qualità/prezzo è un altro punto importante.

Dopo aver analizzato quale potrebbe essere il marchio che più fa al caso vostro andiamo ad analizzare l’investimento e i costi per aprire l’attività.

La prima cosa è l’anticipo sotto forma di fee d’ingresso che può variare da marchio a marchio; alcuni marchi inoltre non chiedono la fee. Un altro passo importante è la formazione che fornisce il marchio all’affiliato affinché si apprendano i punti più importanti. L’assistenza continua e la fornitura degli arredi e delle attrezzature in modo tale da limitare i costi iniziali. La pubblicità e il marketing è sempre a carico del franchisor; si andrà a fare campagne pubblicitarie sul web, in televisione, sui giornali etc…

Come dicevamo prima alcuni marchi non hanno una fee d’ingresso ma allo stesso tempo mettono come clausola una posizione specifica del locale che dovrà essere o in zona di forte passaggio o all’interno di centri commerciali.

 

Se volete mettervi in gioco e aprire un negozio di abbigliamento pensare al franchising è sicuramente la scelta migliore in quanto fornisce molte opportunità di affiliazione e una di queste è il conto vendita.

L’abbigliamento è il settore più ampio per quanto riguarda le attività in proprio e questo vi potrà fornire sicuramente una vasta scelta tra marchi nazionali presenti in dose massiccia sul nostro territorio o anche marchi più piccoli ma che garantiscono sempre efficienza, qualità e soprattutto professionalità nel settore.

 

Vediamo adesso i requisiti che servono per aprire un negozio di abbigliamento:

  • il locale potrà essere preso o in affitto o di proprietà e dovrà essere ubicato in una zona di forte passaggio o all’interno di un centro commerciale
  • dovrà essere aperta la partita IVA
  • Iscrizione alla Camera di commercio
  • dovrà essere avvisato il proprio Comune dell’apertura dell’attività

Come dicevamo prima i marchi di abbigliamento sono moltissimi, vanno dall’abbigliamento donna a quello uomo a quello sportivo, per cui ognuno ha inserito dei servizi aggiuntivi che garantiscono all’affiliato di essere seguito passo passo sia nella pre apertura che nella post apertura.

Vediamo insieme quali sono i servizi:

  • finanziamenti e consulenza nella partenza
  • corsi di formazione sia per iniziare che di aggiornamento costante
  • promozione e pubblicità su scala nazionale e sui media
  • un valido piano di lavoro che analizzi e valuti tutto quanto può essere d’aiuto in un’impresa
  • il conto vendita

 

Search For

Popular Tags

Search For

Popular Tags